EUSTUDY: EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA EUROPEA IN TEORIA E IN PRATICA

In collaborazione con:



L'Università telematica eCampus dà seguito all'esperienza del progetto Jean Monnet EUAct vincendo un nuovo bando Jean Monnet Projects dell'Unione Europea con un progetto coordinato dal prof. Francesco Pigozzo, ideato e realizzato in collaborazione con la dott.ssa Daniela Martinelli responsabile della piattaforma formativa multilingue Virtual Learning Environment on the EU (https://vleu.awareu.eu).


Se dai processi di globalizzazione derivano una serie di sfide educative tipiche del nostro tempo e riconosciute dalla comunità e dalle politiche educative (interculturalità, inclusione e valorizzazione delle diversità, creatività, flessibilità e autonomia, educazione ambientale etc.), dalla contraddizione tra questi processi e le forme esclusivamente o prevalentemente nazionali della partecipazione cittadina deriva una sfida educativa ancora più grande e decisiva, che resta tuttavia quasi del tutto ignorata: tanto che le manca ancora un nome (ne colgono singoli aspetti le idee di educazione alle contraddizioni, alle ambiguità, al conflitto, educazione dialettica, alla cittadinanza multilivello, al pluralismo metodologico…).


Ovviamente, in Europa fanno parzialmente eccezione i tentativi di dare una dimensione anche europea alla formazione dei cittadini: la costruzione dell’Unione Europea, in fondo, è esattamente il tentativo di superare il paradigma “esclusivo” delle identità e delle democrazie nazionali. Ma i Ministeri nazionali e l’Unione Europea sono ben lungi dal riconoscere in ciò una rivoluzione di paradigma pedagogico e il “tema” Europa viene ridotto a contenuto conoscitivo da aggiungere nozionisticamente al curriculum delle secondarie di primo e secondo grado.


EUStudy è un progetto che intende approfondire tale questione sia sotto il profilo specifico di una strutturata attività di ricerca interdisciplinare, collegata a convegni accademici e pubblicazioni, sia sotto il profilo della “terza missione”, vale a dire in particolare la formazione dei formatori nel sistema scolastico italiano, la collaborazione università-scuola per specifiche attività di classe, il coinvolgimento di società civile e attori istituzionali tramite eventi culturali collegati che fanno tesoro del recital musicale "Europa: che Passione! Storia di un amore tormentato".


Le attività previste dal progetto sono schematicamente riassunte in questa presentazione e nelle apposite pagine cui rinviano i pulsanti sottostanti.


Per avere maggiori informazioni, prenotare partecipazioni o ricevere aggiornamenti sul progetto, che si svolge tra settembre 2019 e febbraio 2021, si invita a scrivere all’indirizzo eustudy@uniecampus.it