La Carta dei Servizi

CARTA DEI SERVIZI

(ai sensi e per gli effetti dell'art. 4 del D.M. 17 Aprile 2003)


Art. 1- Istituzione e sedi dell'Università Telematica e-Campus

L'Università Telematica e-Campus è istituita ai sensi del D. M. 30-06-2006 (GU Serie Generale n.31 del 07-02-2006 - Suppl. Ordinario n. 32), quale università non statale.     

La sede legale e operativa è in Novedrate (CO), via Isimbardi n. 10. L’elenco dettagliato e i riferimenti aggiornati delle altre sedi operative, progressivamente attivate in Italia e all'estero, sono reperibili nella sezione dedicata, denominata “Le sedi”, del Portale istituzionale www.uniecampus.it.

 

Art. 2 – Titoli e Finalità

L’Università Telematica e-Campus rilascia i seguenti titoli accademici:

a)       i titoli di cui all’art. 3 comma primo del decreto 22 ottobre 2004, n. 270: laurea (L), laurea magistrale (LM);

b)      i titoli di Master di primo e di secondo livello.

Le finalità istituzionali sono quelle di cui all'articolo 2, dello Statuto dell'Università Telematica e-Campus.  

L’Università Telematica e-Campus riconosce agli studenti il diritto allo studio e si impegna a fornire loro, per la durata del iscrizione, prestazioni di qualità -nel pieno rispetto dei principi fondamentali, in materia di erogazione di servizi pubblici, e ai sensi della direttiva del Presidente del Consiglio del 27 gennaio 1994- nell'ambito della propria programmazione didattica e scientifica per l'offerta formativa disponibile e per i servizi, le attività, le modalità erogative ad essa connesse e nel pieno rispetto delle indicazioni contenute nel Regolamento didattico d'Ateneo e nella presente Carta di Servizi.

La presente Carta dei Servizi definisce gli obblighi nei confronti dello studente ai sensi dall'articolo 4, del DM 17 aprile 2003 (GU n.98 del 29-4-2003).     

L’Università Telematica e-Campus utilizza prevalentemente, per i servizi formativi e informativi, strumenti a distanza e si impegna a garantirne la loro fruibilità in rete, rendendoli lo strumento più efficace per raggiungere i propri fini istituzionali e con essi il conseguimento del successo formativo dei propri studenti.

Allo studente, comunque, è garantita la fruizione online di una dettagliata Guida Tecnica costantemente aggiornata, per consentire un ottimale uso degli strumenti ICT.      

Tutto quanto espresso in questa Carta dei Servizi codifica le prestazioni erogabili esclusivamente a distanza, ad eccezione degli esami di profitto e dell'esame finale in programma per ciascun corso di studi attivato.

 

Art. 3 - Le regole dei servizi e diritti dello studente

Le regole fondamentali dei servizi, che l’Università Telematica e-Campus si è data per garantire agli studenti, con l'uguaglianza di trattamento, l'esercizio dei propri diritti, trovano, ai sensi e per effetto del DM 17 aprile 2003, riscontro in questa Carta dei Servizi, nel Regolamento Didattico d'Ateneo e nella descrizione della Piattaforma Tecnologica, reperibili nel portale istituzionale www.uniecampus.it.

La realizzazione della qualità dei servizi avviene attraverso criteri di efficacia ed efficienza, e sono misurabili per una giusta valutazione delle proprie prestazioni, attraverso i seguenti indicatori:

a)       qualità dell'erogazione dell'intervento formativo, della fruibilità dei servizi e dei supporti formativi;

b)       chiarezza e correttezza della comunicazione e dell'informazione;

c)       livello di garanzia del diritto allo studio, senza discriminazioni riguardanti sesso, razza, lingua, religione ed opinioni politiche e con criteri di giustizia, imparzialità, obiettività e razionalità;

d)       continuità e regolarità del processo di erogazione dei servizi;

e)       funzionamento delle soluzioni tecnologiche alternative per evitare interruzioni di servizio causate dal sistema di rete e di sicurezza degli impianti tecnologici;

f)        grado di coinvolgimento e partecipazione attiva dell'utenza al miglioramento della qualità del servizio;

g)       grado di soddisfazione dell'utenza.

Lo studente iscritto all’Università Telematica e-Campus ha il diritto di:

a)       ricevere prestazioni di qualità;

b)      ricevere sistema di valutazione improntato a canoni di uguaglianza trasparenza e razionalità;

c)       ricevere informazioni chiare; tempestive anche attraverso la tutoria;

d)      di accedere al sistema telematico e alle piattaforme erogative dell’Ateneo;

e)       veder tutelati, i propri dati e informazioni personali.

Per tutte le inadempienze percepite dallo studente, l’Università Telematica e-Campus è istituito
l’Ufficio per la Tutela dei Diritti dello Studente cui lo studente può presentare istanza scritta  (a mano, a mezzo posta, via e-mail o telematicamente attraverso compilazione del form disponibile online su portale e in forma cartacea presso l’Ufficio per la Tutela dei Diritti dello Studente) per richiedere l’intervento del Autorità Garante degli Studenti.

L’A.G.S.:

a)       opera al fine di garantire la tutela e l’effettività dei diritti degli studenti;

b)      avanza proposte ed esprime pareri sulle questioni che riguardano l’attuazione dei diritti degli studenti.

Non sono ammesse le istanze anonime; l’istanza dovrà inoltre contenere gli elementi, anche documentali, a sostegno della medesima..

L’Università e l’Autorità Garante degli Studenti garantiscono, nell’ambito delle proprie attività, la riservatezza dell’istante e il segreto d’ufficio riguardo alle informazioni acquisite nell’esercizio delle proprie funzioni.

L’Autorità Garante degli Studenti, al fine di garantire l’imparzialità e la trasparenza delle attività dell’Università, dopo aver valutato la richiesta pervenuta, può chiedere, verbalmente o per iscritto, chiarimenti agli altri uffici e organi dell’Università; in particolare, senza limiti di segreto d’ufficio o di altra natura, al Garante è riconosciuto il diritto di prendere visione e conoscenza di tutti gli atti e documenti amministrativi, di chiederne ed ottenerne il rilascio di copie, e di avere tutte le informazioni ad essi connesse.

Inoltre, qualora l’Autorità Garante degli Studenti abbia evidenza di inadempienze, disfunzioni, omissioni, ritardi nell’espletamento di azioni amministrative riguardanti gli studenti e per le quali si rinvengano responsabilità da parte degli organi di Ateneo, informa ed investe della questione il Rettore e il Direttore Generale, ovvero gli altri organi previsti dai regolamenti d’Ateneo, per gli atti di propria competenza.

Entro 60 giorni dalla richiesta dello studente, l’Autorità Garante degli Studenti informa gli interessati dell’esito del proprio accertamento e degli eventuali provvedimenti assunti dall’Università.

Almeno una volta all’anno l’Autorità Garante degli Studenti invia al Rettore e al Presidente del Consiglio di Amministrazione una relazione di sintesi sull’attività svolta nell’anno accademico precedente.

All’A.G.S. è interdetto ogni intervento su fatti per i quali sia stata investita l’autorità giudiziaria amministrativa, civile o penale.

Lo studente, mediante procedura dedicata sul portale istituzionale, ha anche la facoltà di inviare al Garante dei propri suggerimenti, non necessariamente correlati a particolari disfunzioni, ma orientati al miglioramento di uno o più processi/servizi/attività dell’Ateneo.

 

Art. 4 - Descrizione dei servizi e degli standard tecnologici

I requisiti e le caratteristiche dei servizi vengono di sintetizzati di seguito (punti a-f). Corrispondono agli standard tecnologici previsti dall'allegato tecnico del DM 17 aprile 2003 e trovano riscontro sia nel Regolamento didattico d'Ateneo che nel dettaglio delle soluzioni tecnologiche adottate dall’Ateneo.

a)       Servizi formativi, includono le attività in aula virtuale erogati in modalità sincrona (incontri live con docenti e tutor, in gruppi di discussione di max venti utenti per attività sul Portale istituzionale) e in modalità asincrona per consentire allo studente un apprendimento in piena autonomia gestionale (Portale, piattaforma e-learning, altri canali istituzionali).

b)       Servizi Informativi, per consentire allo studente, attraverso gli strumenti IT il reperimento, in tempo reale, di ogni comunicazione/informazione utile per una corretta gestione delle propria carriera universitaria sia da un punto di vista amministrativo sia formativo, nonché per l'esercizio del proprio diritto d'informazione e di comunicazione.

c)       Servizi di tutoring, per assistere lo studente nelle varie fasi della sua carriera, con particolare attenzione al superamento delle criticità che possono sopraggiungere durante il percorso formativo. Tra i servizi principali si segnalano: l'avviamento al percorso formativo nei primi sei mesi di attività, il sostegno contenutistico per le discipline considerate complesse, la consultazione alla stesura del piano di studi personalizzato, il coordinamento delle attività di tirocinio professionalizzante, l'assistenza alle attività formative in laboratorio virtuale e durante le verifiche intermedie, nonché la preparazione all'esame di profitto e alla prova finale.

d)       Servizi di Biblioteca Multimediale, per garantire allo studente il facile e immediato reperimento di oggetti e contenuti formativi, opportunamente ordinati e metadatati in funzione di specifici argomenti oggetto di studio, approfondimento e soprattutto organizzati per rendere efficace e mirata la preparazione ai diversi momenti di verifica programmati (autovalutazione, valutazione intermedia), tutto ciò in rete con o senza servizio di moderazione. 

e)       Servizi di orientamento, per permettere all'utente di ricevere le informazioni necessarie per operare scelte equilibrate e per prendere decisioni in grado di orientarlo verso corsi di studi più aderenti alle potenzialità effettivamente possedute. Tale servizio soddisfa anche le richieste informative degli utenti non codificati.

f)        Servizio di segreteria amministrativa, totalmente online, per consentire allo studente di gestire a distanza la propria carriera universitaria. La segreteria è suddivisa in due aree: area amministrativa e area didattica. La prima favorisce lo scambio comunicativo e l'esercizio del diritto al riconoscimento e reperimento delle certificazioni attestanti la carriera dello studente. La seconda, invece, è destinata a sostenere lo scambio comunicativo tra personale docente e non docente a garanzia del diritto alla formazione dello studente.

Lo studente ha diritto a fruire dei servizi e della didattica online senza criticità di software o di connettività.

I requisiti minimi per poter accedere alle lezioni online e fruire di tutti i servizi del Virtual Learning Environment (d’ora in poi VLE) Uniecampus, sono costituiti da un computer fisso (oppure da un notebook) con sistema operativo Microsoft Windows 7/8/10, Apple Mac OS X o Linux Kernel 4.10 con almeno 2 GB di memoria RAM, schermo con risoluzione 1024 x 768 o superiore a 16 milioni di colori, scheda audio, altoparlanti, microfono ed una webcam (necessaria per i webinar e utile per i ricevimenti presso gli Uffici remoti dei Docenti). Un browser (Microsoft Internet Explorer v. 11, Google Chrome v. 62, Mozilla Firefox v. 57, Safari v. 11), i plug-in di Macromedia Flash Player, Windows Media Player, un collegamento internet Fibra/ADSL via cavo o WI-FI [una connessione con chiavetta USB è da ritenersi valida solo con connessione 4G e 3G* (HSDPA e UMTS)].    
Per tutti i dettagli riguardanti altri sistemi operativi ed altri dispositivi (mobile e non) si rimanda alla 'Matrice di Compatibilità' raggiungibile in Area Riservata e frequentemente aggiornata dallo Staff Tecnico.

* connessioni 2G (GPRS e GSM) sono proibitive per lo streaming audio e video.

 

La piattaforma dell’Ateneo si basa su tecnologie Internet e database relazionali: grazie alla sua scalabilità, è strutturata in modo da garantire l’accesso e la fruizione dei servizi da parte di oltre 5.000 utenti in contemporanea.

 

La struttura esistente è oggetto di misurazione oggettiva delle performance con strumenti e metodologie standard di mercato e potrà subire variazioni o comunque migliorie anche in relazione all’effettivo numero di utenti afferenti al sistema.

 

La piattaforma garantisce il tracciamento in tempo reale delle attività con la granularità almeno a livello di Learning Object e di singolo test; inoltre, può recepire contenuti definiti in accordo agli standard SCORM e xAPI.

 

Il sistema è in grado di fornire report dettagliati delle attività per le quali è stata definita la necessità di tracciamento: lo studente può accedervi facilmente mediante menu dedicato presente nella propria Pagina Personale del VLE.

 

Tutti i dati di tracciamento e quelli acquisiti a fini amministrativi sono mantenuti nel database per il tempo necessario all’espletamento dei compiti per i quali vengono registrati e comunque in ottemperanza della normativa vigente in materia; in generale tutti i dati mantenuti sono trattati in modo da garantire la loro sicurezza logica e fisica e la loro riservatezza.

 

Art. 5 - Modalità di erogazione dei servizi e metodologie didattiche

L'erogazione dei servizi formativi online avviene 24 ore su 24 per tutte le attività formative fruibili in modalità asincrona e sincrona, in tempi e modalità programmate per gli eventi live.

Ogni evento live è moderato da docenti o da tutor, i quali abilitano gli accessi ai loro corsisti, fino ad un massimo di 20 partecipanti.

L'evento è comunque garantito alla totalità dei corsisti iscritti al corso di riferimento dell'evento stesso.       

La metodologia didattica fonda i suoi principi, su criteri e standard definiti all'art. 4, del DM del 17 Aprile 2003 e del connesso Allegato Tecnico, essa trova ampio e puntuale riscontro nelle soluzioni tecnologiche adottate dall’Ateneo.

Le modalità di apprendimento consentono:

a)       lo studio assistito attraverso eventi live, moderati da docenti e tutor;

b)       lo studio collaborativo tramite attività erogate in modalità sincrona e asincrona, con moderazione anche automatizzata e remota dei moderatori;

c)       lo studio partecipativo mediante il coinvolgimento autonomo dello studente nei diversi eventi live e situazioni remote;

d)       lo studio autonomo, completamente autogestito dallo studente, non mediato ma costantemente monitorato.

I principali spazi virtuali disponibili, che garantiscono requisiti fondamentali di fruibilità, connettività, interattività, interoperabilità e tracciabilità sono:

a)        l’Aula tradizionale, per seminari e full immersion tenuti dai docenti o dai tutor disciplinari, finalizzate all'apprendimento e all’approfondimento in presenza dello studente;

b)      l’Aula virtuale (webinar), con modalità di fruizione sincrona su piattaforma interattiva e interoperabile, per partecipare a lezioni live tenute dai docenti e a corsi intensivi tenuti da docenti di ambito disciplinare via rete Internet finalizzata all'apprendimento collaborativo, partecipativo e assistito dello studente;

c)       la piattaforma e-learning, con modalità di fruizione asincrona per consultare la mediateca delle lezioni e bibliografie di riferimento, per svolgere esercitazioni, test di verifica a supporto delle aule virtuali, e comunque finalizzata all'apprendimento autonomo e autogestito dallo studente;

d)      il portale web, con modalità di fruizione asincrona per la gestione della comunicazione e per lo scambio informativo e con modalità di fruizione sincrona per sviluppare attività di approfondimento, per svolgere esercitazioni di gruppo, per condividere progetti, programmi e temi di discussione, tutto ciò con l'ausilio attento di moderatori e animatori.

Tutte le attività appena esposte vengono metadatate per permettere al personale docente e non docente autorizzato di rilevare informazioni e report utili per monitorare l'andamento didattico generale, del singolo utente dei docenti e dei tutor.

Il sistema di tracciabilità dà facoltà allo studente di monitorare la propria carriera e di autovalutare il suo impegno.

Lo studente che intende sostenere l’esame di profitto per un insegnamento è tenuto, prima di effettuare la prenotazione all’esame, a compilare il relativo questionario di valutazione come da linee guida ministeriali. L’invio del questionario è condizione obbligatoria per la prenotazione all’esame. L’Ateneo garantisce che i dati verranno utilizzati in forma anonima.

 

Art. 6 – Il materiale didattico

Il materiale didattico che l’Università fornisce per ciascuna lezione può essere in formato testo, immagine, animazione, audio, video, ecc.


L’Università seleziona e/o redige o comunque predispone secondo parametri di autorevolezza, completezza e qualità, curandone altresì l’aggiornamento, i materiali di studio e di approfondimento resi disponibili online.


Detti materiali sono convalidati mediante le modalità e gli strumenti creati dalla Commissione Didattica Permanente, di cui all’art. 4 dello Statuto della stessa Università.

 

 Art. 7 – La valutazione degli esami di profitto e dei servizi didattici

La valutazione ai fini del superamento dell’esame di profitto non è necessariamente circoscritta allo svolgimento della sola prova finale, ma può tener conto anche degli obiettivi formativi raggiunti dall’allievo a seguito dei risultati conseguiti nelle prove intermedie depositate all’interno della sezione preposta nell’area riservata del portale dello studente ("ePortfolio dello Studente"), nonché della costanza nell’effettiva partecipazione alle attività online, innanzitutto la fruizione documentata delle lezioni online.

 

L’esame finale di profitto della singola disciplina viene svolto esclusivamente in presenza presso le sedi dell’Università, secondo le modalità indicate nel Regolamento Didattico vigente.

 

I risultati complessivi e il livello qualitativo delle attività svolte dall’Ateneo, nonché il livello di soddisfazione dell’utenza, sono oggetto di periodica analisi da parte del Nucleo di Valutazione di Ateneo e basati sul Sistema AVA dell’ANVUR.

 

Ai fini dell’autovalutazione, della valutazione e dell’accreditamento dell’Università, sono stati istituiti i seguenti organi:

 

a.       il Presidio di Qualità di Ateneo, che supervisiona lo svolgimento adeguato e uniforme delle procedure di Assicurazione della Qualità di tutto l’Ateneo, propone strumenti e supporta i Corsi di Studio; organizza e verifica il continuo aggiornamento delle informazioni contenute nelle SUA-Cds (Schede uniche annuali dei corsi di studio); assicura il corretto flusso informativo da e verso il Nucleo di Valutazione e la Commissione Paritetica Docenti-Studenti;

 

b.       il Gruppo di Riesame, la cui attività è coordinata dai Docenti responsabili dei diversi Corsi di Studio e tiene sotto controllo la validità della progettazione didattica e la permanenza delle risorse, attraverso la redazione annuale di un Rapporto di Riesame;

 

c.       la Commissione Paritetica Docenti-Studenti, che esprime le proprie valutazioni e formula proposte migliorative per ciascun CdS, producendo una relazione annuale che viene trasmessa al Presidio della Qualità e al Nucleo di Valutazione interna; la pagina di riferimento del sito web d’Ateneo è /ateneo/struttura-e-personale/commissioni-paritetiche-docenti-studenti/index.html;

 

d.       un Gruppo di Assicurazione della Qualità per ciascun Corso di Laurea o di Laurea Magistrale, che redige una Scheda Unica Annuale del Corso di Studi (SUA-CdS), contenente obiettivi della formazione, indicazioni in merito all’esperienza dello studente, risultati della formazione, organizzazione del Corso di Studi.

 

Art. 8 - I piani di studio

I piani di studio sono erogati totalmente o parzialmente a distanza e si caratterizzano in ragione del corso di studi, ai sensi e per gli effetti del D.M. 270/04 e del D.M. 17 aprile 2003, e successivi decreti ministeriali di attuazione, ad essi corrispondenti: corso di laurea, corso di laurea magistrale, corso di specializzazione, corsi di perfezionamento scientifico, corsi di alta formazione.   

I piani di studio vengono disciplinati nel Regolamento didattico d'Ateneo, nei regolamenti e ordinamenti didattici, previsti dal DM 270/2004, e perseguono obiettivi, attraverso specifiche attività formative, e in coerenza con la classe a cui si riferiscono.     

I singoli corsi o frazionamento di essi, opportunamente codificati e quantificati in Crediti Formativi Universitari, possono essere riprogettati in ragione della spendibilità delle competenze che sviluppano ed essere reinseriti in piani di studio predeterminati e realizzati ad hoc, anche, in convenzione con enti pubblici e privati per favorire l'erogazione di corsi di formazione continua, per adulti e per percorsi professionalizzanti. 

Con riferimento ai Corsi di Laurea, ciascun piano di studi contiene attività formative di base, caratterizzanti, integrative e affini (e altre attività formative distinte come segue: a scelta dello studente, seconda lingua straniera e altre quali tirocinio, stage, laboratorio, ecc.).

 

Art. 9 - Organizzazione funzionale

L'organizzazione funzionale dell’Ateneo è definita dallo statuto della "Università Telematica e-Campus".
Gli organi di governo sono: il Presidente del Comitato Tecnico Ordinatore; il Presidente Onorario della Fondazione eCampus; il Presidente del Consiglio di Amministrazione; il Comitato Tecnico Ordinatore.

La gestione operativa delle attività dell’Ateneo è supervisionata dal Direttore Generale e si articola nelle seguenti unità operative:

  1. struttura amministrativa;
  2. struttura del personale;
  3. struttura di produzione video e grafica;
  4. struttura tecnologica informatica;
  5. biblioteca multimediale;
  6. struttura servizi didattici;
  7. segreteria e servizi generali.

Gli organi di controllo sono:

a)       il Nucleo di Valutazione, attraverso il quale l'università misura il livello di soddisfazione dei propri utenti e il livello di qualità fornito dal personale docente e non docente, nonché la valutazione del grado di efficacia della tecnologia utilizzata;

b)       il Collegio dei Revisori di Conti, per controllare l'amministrazione della società e la corrispondenza del bilancio alle risultanze dei libri e delle scritture contabili.

 

Art. 10 - Prestazioni a persone diversamente abili

Le prestazioni ad utenze diversamente abili sono garantite dagli standard WC3 e dalle verifiche periodiche pubblicate nell’area dedicata del Portale istituzionale.

Per specifiche esigenze legate alla tipologia di disabilità, al momento dell'iscrizione vengono, di volta in volta, stabiliti i requisiti tecnologici da rendere disponibili per facilitare l'apprendimento, per l'accesso ai servizi telematici, nonché le misure dispensative e/o compensative per il sostenimento degli esami di profitto.

 

Art. 11 - Il contratto con lo studente

Il contratto ha una durata pari alla durata legale del singolo Corso di Laurea. Prima della sottoscrizione del Contratto, lo studente è tenuto a prendere visione del Regolamento Didattico d'Ateneo, documento che può essere consultato sul sito www.uniecampus.it.

Il contratto può essere integrato di speciali prestazioni rivolte a specifici target di utenza diversamente abile, non disponibili negli standard tecnologici già previsti nel VLE ai sensi della normativa vigente in materia.

Per contratto, lo studente, che sia in regola con i pagamenti relativi alla propria posizione amministrativa, compreso il versamento dei previsti diritti di segreteria, può recedere dall’immatricolazione, e quindi interrompere il rapporto con l’Università, inviando, nel periodo dal 01 al 31 agosto di ciascun anno, specifica istanza di Rinuncia agli Studi, ovvero richiesta di Trasferimento ad altro Ateneo, indirizzata al Rettore a mezzo di raccomandata A/R, ovvero a mezzo di e-mail di posta certificata all’indirizzo scriviuniecampus@pec.uniecampus.it.

 

L’Università Telematica e-Campus si riserva la facoltà di sospendere l'erogazione del servizio in caso di inadempienza contrattuale dello studente.


Il foro di competenza esclusiva è quello di Como.



 

 

Approvata dal CTO del 12 Gennaio 2018 e dal CDA del 18 Gennaio 2018